Introduzione

Benvenuti su questo blog dedicato al mondo IBM i.

In questo primo articolo della sezione Principianti della nostra guida italiana presenteremo il sistema e tutte le sue funzionalità.

Se non sapete cos’è la piattaforma IBM i (ex AS/400) visitate questo link.

Questa macchina nasce nel giugno 1988 con il nome di AS/400 e deriva dall’unione del System/36 e System/38.

Il sistema con il tempo ha mutato varie volte il suo nome nei vari periodi di operatività in cui è stato aggiornato: nel 2000 il suo nome di battesimo è stato cambiato in iSeries per poi diventare System i nel 2004, nel 2005 si chiamava System i5 per arrivare al suo nome finale, Power System.

Anche il suo Sistema Operativo ha subito modifiche nel nome: inizialmente OS/400, è diventato i5/OS e, in vigore dal 2008, IBM i.

Riassumendo, la macchina di cui parleremo in questo blog, attualmente, si chiama Power System e monta il sistema operativo IBM i.

Nonostante il Power System sia considerato datato (ha compiuto 30 anni nel 2018), è in grado di sostenere carichi di lavoro superiori a server odierni che richiedono più risorsa hardware e software (il sistema da solo è in grado di sostenere più di decine di migliaia di richieste elaborative da utenti diversi) e stiamo parlando di un sistema centralizzato.

Per centralizzato si intende un elaboratore in grado di servire più di un utente contemporaneamente mantenendo più programmi attivi sul sistema; proprio per questo è comunemente utilizzato nelle industrie farmaceutiche, nelle banche, nei centri commerciali, nell’amministrazione ospedaliera, nella produzione, nell’industria di distribuzione, nell’organizzazione finanziaria, nell’e-commerce ecc.

Il livello di sicurezza del sistema rispetto agli altri competitors è elevato, il sistema è disegnato sia a livello hardware che software a strati di sicurezza avanzati: dagli hard disk interni criptati al controllo delle operazioni dei singoli utenti. Per comprendere al meglio la sicurezza di questo sistema, vi consigliamo la visione di questo video divertente.

Speriamo che questo primo articolo vi abbia incuriositi sul mondo IBM i.

Nel prossimo articolo introdurremo l’interfaccia 5250 nota come interfaccia  a caratteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *